Esofagite eosinofila ed ereditarietà

Domanda:

Buonasera, soffro di problemi di reflusso e occasionali problemi a deglutire e nel mio caso gli IPP sono inefficaci. La manometria esofagea ha evidenziato cardias incompetente e alterazioni aspecifiche della motilità esofagea. Ho effettuato due gastroscopie con biopsie ma non dell'esofago.Ora mia figlia di 11 anni ha i miei stessi sintomi (pirosi, eruttazioni, difficoltà a digerire e a deglutire e sensazione di cibo in gola).

Siamo in attesa di effettuare la gastroscopia nel frattempo vorrei chiedere se questi sintomi potrebbero essere compatibili con un'esofagite eosinofila e se questa patologia può avere carattere ereditario.

Grazie.

Risposta:

L’esofagite eosinofila può avere una maggiore percentuale di incidenza nei parenti di primo grado degli affetti, ma, nel caso specifico , è indispensabile una diagnosi corretta clinica ed istologica sia nel genitore che nel figlio. 

L’esame endoscopico con biopsie multiple dell’esofago e relativo esame istologico risultano fondamentali per confermare il sospetto diagnostico.

.

dott.ssa Paola De Angelis, MD 
(Pediatra- Gastroenterologo, Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, IRCCS, Roma)


Ricordiamo che le risposte sono pareri che non hanno valenza di consulto medico e non posono sostituire il colloquio, la visita e l’esame della documentazione medica del paziente.